Robert Leroy Bryan | N E, l'enciclopedia degli assassini

Robert Leroy BRYAN

Classificazione: Assassino
Caratteristiche: Rapina
Numero di vittime: 1
Data dell'omicidio: 11 settembre 1993
Data dell'arresto: 6 giorni dopo
Data di nascita: 8 dicembre 1940
Profilo della vittima: Mildred Inabell Bryan, 69 anni (sua zia)
Metodo di omicidio: Tiro (fucile calibro .22)
Posizione: Contea di Beckham, Oklahoma, Stati Uniti
Stato: Eseguito per iniezione letale in Oklahoma l'8 giugno 2004

Riepilogo:

La zia di Robert Bryan, Inabell Bryan, 69 anni, è scomparsa il 10 settembre 1993 ed è stata trovata sei giorni dopo vicino a una mietitrebbia nella proprietà dei genitori di Robert Bryan vicino a Elk City. È stata trovata colpita una volta alla fronte con un fucile calibro .22.

Robert Bryan è stato arrestato dopo che un proiettile calibro .22 è stato scoperto sotto il sedile anteriore di un'auto a noleggio che aveva usato il giorno dell'omicidio. È stato anche scoperto che Bryan aveva prelevato denaro dal conto bancario di Mildred Bryan dopo la sua morte.

Inabell Bryan non conosceva bene suo nipote, anche se viveva a sole 25 miglia di distanza. Testimoni hanno testimoniato che poco prima dell'omicidio, Leroy Bryan ha scritto accordi e cambiali e ha compilato assegni per prelevare denaro dal conto corrente di Inabell Bryan.



Ha firmato alcuni degli assegni e lui ha falsificato la sua firma almeno una volta su una cambiale per $ 1.800.

Al momento del crimine, Bryan era sulla cinquantina, soffriva di un grave diabete e viveva con i suoi genitori nella fattoria di famiglia.

Citazioni:

Bryan v. State, 935 P.2d 338 (Okl.Cr. 1997) (Appello diretto).
Bryan v. State, 948 P.2d 1230 (Okl.Cr.App. 1997) (Post-condanna).
Bryan v. Mullin, 335 F.3d 1207 (10a Cir. Okla. 2003) (Habeas).

Pasto finale:

10 pezzi di pollo fritto, fagioli alla griglia, insalata di cavolo, patate e salsa, due biscotti e due litri di Dr. Pepper.

Parole finali:

«Sono nel braccio della morte da un po' di tempo. Ho fatto pace con il mio creatore. Tra poco partirò da qui. Spero di vederti dall'altra parte. Fino ad allora, così tanto tempo.'

ClarkProsecutor.org


Dipartimento di correzione dell'Oklahoma

Detenuto: Robert L. Bryan
ODOC#: 192262
OSBI#: 650182
FBI#: 595853X1
Data di nascita: 12/08/1940
Razza: bianca
Il sesso maschile
Altezza: 6 piedi 0 pollici.
Peso: 170 libbre
Capelli: grigi
Occhi blu
Contea di condanna: BECKHAM
Posizione: Penitenziario statale dell'Oklahoma, Mcalester


Comunicato stampa del procuratore generale dell'Oklahoma

14/04/04 Comunicato stampa - WA Drew Edmondson, procuratore generale

Data di esecuzione fissata per Bryan

Data di esecuzione fissata per Bryan La Corte d'appello penale dell'Oklahoma ha fissato oggi l'8 giugno come data di esecuzione per il detenuto nel braccio della morte della contea di Beckham Robert Leroy Bryan. Il procuratore generale Drew Edmondson ha richiesto la data del 6 aprile dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha negato l'appello finale di Bryan. Bryan, 63 anni, è stato condannato a morte per l'omicidio di sua zia, Mildred Inabell Bryan, 69 anni, l'11 settembre 1993. Mildred Bryan è stato trovato colpito alla fronte con un fucile calibro .22 nella proprietà adiacente al suo Elk Casa di città. Robert Bryan è stato arrestato dopo che un proiettile calibro .22 è stato scoperto sotto il sedile anteriore di un'auto a noleggio che aveva usato il giorno dell'omicidio. È stato anche scoperto che Bryan aveva prelevato denaro dal conto bancario di Mildred Bryan dopo la sua morte.


ProDeathPenalty.com

Robert Leroy Bryan è stato condannato a morte per l'omicidio di sua zia, Mildred Inabell Bryan, 69 anni, l'11 settembre 1993. Mildred Bryan è stato trovato colpito alla fronte con un fucile calibro .22 nella proprietà adiacente alla sua Elk City casa. Robert Bryan è stato arrestato dopo che un proiettile calibro .22 è stato scoperto sotto il sedile anteriore di un'auto a noleggio che aveva usato il giorno dell'omicidio. È stato anche scoperto che Bryan aveva prelevato denaro dal conto bancario di Mildred Bryan dopo la sua morte.


Coalizione nazionale per abolire la pena di morte

Robert Bryan, OK - 8 giugno, 18:00 CST

Lo stato dell'Oklahoma dovrebbe giustiziare Robert Leroy Bryan, un uomo bianco, l'8 giugno per l'omicidio di Inabel Bryan nel 1993 nella contea di Beckham. Gli atti del tribunale affermano che il signor Bryan soffre di patologia cerebrale irreversibile, schizofrenia paranoide cronica e disturbo delirante organico.

Il signor Bryan era stato accusato di adescamento all'omicidio diversi anni prima di questo crimine, ma è stato ritenuto incompetente e successivamente istituzionalizzato. Come spesso accade quando i budget statali per la salute mentale vengono ridotti, il signor Bryan è stato curato e poi rilasciato senza un piano per monitorare la sua salute mentale. Quando la sua malattia si è manifestata di nuovo, ha ucciso sua zia Inabel, che credeva gli dovesse diversi milioni di dollari per averlo truffato con soldi immaginari dovuti per invenzioni di fantasia.

Il danno cerebrale organico e le delusioni del signor Bryan gli hanno impedito di assisterlo in sua difesa. Ha lavorato con due avvocati nominati dal tribunale e un avvocato difensore indigente prima che i suoi anziani genitori ipotecassero la loro casa per assumere un avvocato che, nelle parole di un giudice d'appello, ha fornito la difesa più inefficace che abbia mai visto...

In appello, i primi tre avvocati hanno spiegato le difficoltà nel tentativo di comunicare con il signor Bryan: a volte appariva deluso, divagava, appariva agitato e mostrava apparente paranoia attraverso discorsi bizzarri riguardanti avvocati, banchieri, carcerieri e persino un giudice , i quali, credeva il signor Bryan, erano tutti fuori per prenderlo. Lo stato inizialmente ha offerto una condanna all'ergastolo senza condizionale, ma l'avvocato del processo del signor Bryan ha sconsigliato di farlo. Il signor Bryan e la sua famiglia hanno proibito l'uso di qualsiasi prova psichiatrica.

I giudici del 10° Circuito Henry, Seymour, Ebel e Lucero hanno firmato un'opinione dissenziente, scrivendo... il verbale mostra che l'avvocato del signor Bryan chiaramente non aveva nemmeno capito che le prove sulla salute mentale avrebbero potuto essere utilizzate nel tentativo di ridurre la colpevolezza alla condanna. La giurisprudenza e il buon senso chiariscono che la dipendenza dell'avvocato dalle indicazioni di un cliente profondamente disturbato come il signor Bryan non può isolarlo dal suo dovere di presentare prove attenuanti.

Hanno anche criticato l'incapacità dell'avvocato di avvisare i Bryan del valore salvavita di questa prova. Il dissenso ha proseguito affermando che il fallimento del signor Freeman durante la fase della condanna nell'introdurre prove che il signor Bryan - che era stato ritenuto incapace di essere processato per un precedente crimine - ha avuto una lunga e difficile battaglia con la malattia mentale, una battaglia che ha reso tutti il più difficile disabilitando il diabete, senza dubbio ha causato pregiudizio all'imputato... La nostra Costituzione non ci permette di condannare a morte quest'uomo senza almeno permettere a una giuria di considerare le prove della sua mente malata.

Sebbene nessuna giuria abbia ascoltato prove relative alla malattia mentale del signor Bryan, un giudice ha ordinato un'udienza di competenza retroattiva oltre un anno dopo la sua condanna a morte. I giurati di questa udienza erano consapevoli della sua condanna e il signor Bryan è stato costretto a indossare la tuta arancione del suo detenuto per tutto il procedimento. All'udienza di competenza, due esperti di salute mentale hanno testimoniato che era stato proceduralmente incompetente al processo. Tutti e quattro i precedenti avvocati difensori del signor Bryan hanno testimoniato che non era in grado di assisterli a causa di convinzioni irrazionali.

Un esperto statale ha trascorso un'ora con il signor Bryan, un anno prima del processo, e ha testimoniato la sua competenza. Tuttavia, questo esperto non ha letto le cartelle cliniche complete del signor Bryan, comprese le informazioni sulla sua istituzionalizzazione e diagnosi, o il suo record di trattamento. L'esperto ha riconosciuto che il disturbo delirante del signor Bryan potrebbe essere così ben integrato che non sarebbe stato in grado di discernerlo durante la sua breve valutazione.

L'avvocato del processo del signor Bryan, inoltre, non ha fornito alcun ritratto individuale della vita del signor Bryan, un ritratto che avrebbe potuto includere una testimonianza sul suo essere un laureato, un insegnante di scuola superiore, un uomo che era sposato e che ha iniziato a soffrire di mal di testa, cosa che segnalato l'inizio del suo danno cerebrale organico debilitante.

Un rapporto di Human Rights Watch del 2003 ha rilevato che ci sono tre volte più malati di mente in prigione che negli ospedali psichiatrici. Era chiaro alle autorità e ai medici che il signor Bryan aveva tendenze violente quando le sue delusioni schizofreniche non venivano curate. Tuttavia, è stato rilasciato senza alcun trattamento di follow-up. Non dovrebbe sorprendere il fatto che la sua malattia mentale abbia perpetuato questo modello di violenza; è solo scioccante che ora verrà giustiziato per questo.

Per favore, prenditi un momento e contatta il governatore Brad Henry e esortalo a fermare l'esecuzione di Robert Leroy Bryan. Per favore, esortalo ulteriormente a dichiarare una moratoria sulle esecuzioni e a sostenere una legislazione cruciale per la prevenzione della criminalità che fornisce servizi di salute mentale reali a coloro che hanno un disperato bisogno.


Robert Bryan giustiziato per l'uccisione di sua zia nel 1993

Di Doug Russell - McAlester News-Democrat

Mercoledì 9 giugno 2004

Wilma Wykoffe si asciugò le lacrime dagli occhi. 'Non ho capito la maggior parte di quello che ha detto', ha detto a nessuno in particolare mentre camminava vicino alle quattro finestre sopra cinque file di blocchi di cemento che separavano i testimoni dalla camera delle esecuzioni del penitenziario statale dell'Oklahoma. 'L'ho sentito dire che aveva fatto pace con il suo creatore.' Wykoffe, insieme a suo marito e altri quattro, aveva appena assistito all'esecuzione di suo fratello. Robert Leroy Bryan è stato dichiarato morto alle 19:24. Martedì, meno di 45 minuti dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto la richiesta di sospensione dell'esecuzione.

Bryan, 63 anni, aveva sostenuto di essere incapace di essere giustiziato; un argomento respinto all'inizio della giornata da un giudice distrettuale federale e dalla Corte d'Appello del 10° Circuito degli Stati Uniti.

Condannato per aver ucciso sua zia, Mildred Inabell Bryan, nel 1993, Bryan aveva riposto le sue ultime speranze di evitare l'esecuzione su un'affermazione che non capiva perché doveva essere giustiziato. Tuttavia, il giudice distrettuale degli Stati Uniti David L. Russell ha ritenuto che Bryan capisse ed era quindi idoneo all'esecuzione, lo stesso risultato raggiunto dalla corte d'appello federale e dalla Corte suprema nel corso della giornata.

L'alta corte della nazione ha ritardato l'esecuzione, inizialmente prevista per le 18:00, di un'ora poiché considerava la richiesta di Bryan. Quel ritardo ha causato una certa costernazione ai membri della famiglia di Mildred Bryan, che si erano recati a OSP per assistere all'esecuzione. 'Ho avuto problemi a pensare a lui come a una persona a causa di ciò che ha fatto passare mia madre', ha detto Linda Daley, la figlia di Mildred Bryan.

La madre di Daley era stata vista l'ultima volta l'11 settembre 1993. Il suo corpo è stato trovato il 16 settembre in un campo vicino alla casa di Robert Bryan; una federa sopra la testa. Le avevano sparato in mezzo agli occhi. Robert Bryan era 'il nipote di mio padre', ha detto Daley, aggiungendo che la famiglia del detenuto non era stata vicina al resto del clan Bryan dagli anni '50.

Il detenuto era un diabetico descritto da molti che lo conoscevano come un 'manipolatore' che usava la sua malattia per ottenere simpatia. Jan Warren, il vice procuratore distrettuale che ha perseguito Bryan al processo, ha detto durante la sua udienza di clemenza: 'Hai sentito il termine sociopatico? Il signor Bryan è la cosa più vicina a un sociopatico che abbia mai visto.'

Mentre era sdraiato sulla barella nella camera delle esecuzioni dello stato, Bryan non ha mai guardato verso la stanza in cui sedevano sua sorella e suo cognato, l'avvocato Bob Nance, quattro giornalisti e altri, tanto meno al vetro unidirezionale che schermava 12 dei membri della famiglia e degli amici di Mildred Bryan dalla vista. Con la testa rivolta verso il direttore dell'OSP Mike Mullin, la maggior parte delle ultime parole di Bryan erano incomprensibili, ma i testimoni lo hanno sentito chiaramente dire 'Sono stato nel braccio della morte per un po' di tempo. Ho fatto pace con il mio creatore. «Partirò di qui tra poco. «Spero di vederti dall'altra parte. Fino ad allora, così tanto tempo.'

Mentre Wykoffe singhiozzava contro la spalla del marito, l'addome di Bryan si sollevò una volta prima di sbuffare rumorosamente. Tre minuti dopo è stato dichiarato morto. 'Sento che un capitolo nella vita della mia famiglia può andare avanti ora', ha detto Daley. «Possiamo pensare più a nostra madre che al mostro. «Sarà bello sapere che non dovremo più ricorrere a procedure nel sistema legale».

Robert Bryan è stato il quinto detenuto dell'Oklahoma giustiziato quest'anno. Per il suo ultimo pasto, ha richiesto 10 pezzi di pollo fritto, fagioli alla griglia, insalata di cavolo, patate e salsa, due biscotti e due litri di Dr. Pepper.


Il tribunale federale respinge l'appello finale del condannato a morte

Entro aprile Marciszewski - Oklahoma Daily

9 giugno 2004

McALESTER, Oklahoma (AP) – Due famiglie hanno aspettato e contato alla rovescia le ore fino all'esecuzione programmata di Robert Leroy Bryan martedì sera. Nella Mustang, la sorella di Bryan, Wilma Wyckoff, ha valutato se suo fratello di 63 anni capisse la morte per iniezione letale. A Benton, Ark., Linda Daley ha ricordato con dolore l'omicidio di sua madre, Mildred Inabell Bryan di Sweetwater, e sperava che Leroy Bryan ricevesse la condanna a morte che una giuria gli aveva emesso nove anni e mezzo fa.

L'ultimo tentativo di Leroy Bryan di uscire dalla pena di morte è fallito martedì. Il tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Oklahoma City ha negato la denuncia per i diritti civili di Bryan secondo cui non era competente per essere giustiziato. Bryan è stato condannato per aver sparato a sua zia in fronte e averla uccisa nel settembre 1993. Wyckoff aveva sperato che un appello dell'ultimo minuto desse a suo fratello un'altra possibilità di vita, o forse per convincere un tribunale a rivedere il suo caso. 'Sono arrivato al punto in cui sto (pensando), 'Dio, la tua volontà sia fatta'', ha detto Wyckoff, che potrebbe anche vedere i benefici dell'esecuzione per un uomo che soffre di seri problemi di salute, compreso l'adulto- diabete ad esordio. Suo fratello non avrebbe dovuto continuare a vivere senza una gamba, senza controllo urinario o intestinale o con le braccia un po' intorpidite. 'Ha detto: 'Forse questa (esecuzione) sarebbe una benedizione. Speravo solo di poter ottenere il mio nome cancellato', ha detto Wyckoff dopo aver trascorso circa tre ore con suo fratello lunedì pomeriggio.

Se Bryan fosse stato condannato all'ergastolo, Wyckoff pensava che sarebbe rimasto in un reparto psichiatrico. Se fosse uscito dall'Oklahoma State Penitentiary, pensava che sarebbe rimasto in una casa di cura. Wyckoff non pensa che Bryan avrebbe apprezzato nessuna delle due opzioni. Daley spera che l'esecuzione vada come previsto, anche se ha detto che le darà una piccola conclusione. 'Non ci sarà mai una vera chiusura a causa della premeditazione e della brutalità', ha detto Daley.

Inabell Bryan, 69 anni, è scomparsa il 10 settembre 1993 ed è stata trovata il 16 settembre 1993 vicino a una mietitrebbia nella proprietà dei genitori di Leroy Bryan vicino a Elk City. 'Ci siamo sempre chiesti cosa è stata fatta passare: se è stata torturata, se è stata nutrita o se è stata semplicemente lasciata fuori nel campo', ha detto Daley. 'Pensiamo che sia stata portata in un campo e tenuta in ostaggio per tutto il tempo prima di essere uccisa'.

Inabell Bryan e Leroy Bryan non si conoscevano bene, hanno detto testimoni al processo del 1995 presso il tribunale distrettuale della contea di Beckham nell'Oklahoma occidentale. Testimoni hanno testimoniato che poco prima dell'omicidio, Leroy Bryan ha scritto accordi e cambiali e ha compilato assegni per prelevare denaro dal conto corrente di Inabell Bryan. Ha firmato alcuni degli assegni e lui ha falsificato la sua firma almeno una volta su una cambiale per $ 1.800. Leroy Bryan 'ha cercato di costringerla a cedere tutto ciò per cui lei e papà avevano lavorato così duramente', ha scritto Daley in una lettera al Pardon and Parole Board il 10 maggio.

Daley e circa una dozzina di parenti di Inabell Bryan avevano programmato di partecipare all'esecuzione programmata. Anche Wyckoff e altri parenti di Leroy Bryan avevano programmato di andare. Per il suo ultimo pasto martedì pomeriggio, Bryan ha chiesto 10 pezzi di pollo fritto, fagioli alla griglia, insalata di cavolo, patate e salsa, due biscotti e due litri di Dr. Pepper, ha detto Jerry Massie, portavoce del Dipartimento di correzione dell'Oklahoma.


Bryan giustiziato per omicidio nel 1993

I tribunali respingono il reclamo sui diritti civili, la richiesta di soggiorno

Channel5Oklahoma.com

8 giugno 2004

OKLAHOMA CITY -- Un uomo condannato nel 1995 per aver ucciso sua zia è stato messo a morte martedì nel penitenziario statale dell'Oklahoma. Robert Leroy Bryan è stato dichiarato morto alle 19:24, tre minuti dopo aver ricevuto una miscela letale di droghe.

La sua esecuzione, inizialmente prevista per le 18:00, è stata ritardata fino a quando la Corte Suprema degli Stati Uniti non ha potuto pronunciarsi sulla petizione del suo avvocato e sulla domanda di sospensione dell'esecuzione. L'Alta corte della nazione ha respinto le richieste alle 18:46. CDT. La Corte distrettuale degli Stati Uniti a Oklahoma City e la 10a Corte d'Appello del Circuito degli Stati Uniti all'inizio della giornata hanno negato la denuncia legale di Bryan che era stata presentata sulla base del fatto che non era competente per essere giustiziato. Lunedì, la 10a Corte d'Appello del Circuito degli Stati Uniti ha respinto l'appello e l'Oklahoma Pardon and Parole Board ha respinto l'offerta di grazia di Bryan il 20 maggio.

Legato a una barella, Bryan ha tenuto la testa girata lontano da una fila di finestre in modo che i testimoni non potessero vedere la sua faccia. Gran parte della sua ultima dichiarazione era incomprensibile, sebbene parlasse di procedimenti legali. 'Sono stato nel braccio della morte per un po' di tempo', ha detto. 'Ho fatto pace con il mio creatore. Lascerò qui a breve. Spero di vederti dall'altra parte. Fino ad allora, così tanto tempo.'

Il torace di Bryan si è mosso su e giù diverse volte mentre venivano somministrati i farmaci. Sua sorella, Wilma Wyckoff, tirò su col naso in silenzio e si appoggiò alla spalla del marito mentre assistevano all'esecuzione. Dopo che Bryan è stato dichiarato morto, Wyckoff ha detto a suo marito, due degli amici di Bryan, un ministro e un avvocato: 'Lui e la tata (un altro parente) si stanno probabilmente abbracciando il collo'.

Una giuria della contea di Beckham ha condannato Bryan, 63 anni, per aver sparato a morte a Mildred Inabell Bryan di Sweetwater nel settembre 1993. Testimoni hanno testimoniato che poco prima dell'omicidio, Leroy Bryan aveva scritto accordi e cambiali e compilato assegni per prelevare denaro dal conto corrente di Inabell Bryan. Ha firmato alcuni degli assegni e lui ha falsificato la sua firma almeno una volta su una cambiale per $ 1.800.

Testimoni hanno anche detto che Leroy Bryan e Inabell Bryan, 69 anni, non si conoscevano bene. Il figlio di Inabell Bryan, Charles Bryan, ha scritto alla commissione per la libertà vigilata il 9 maggio che il padre di Leroy Bryan ha combattuto con i suoi fratelli e ha alienato la sua famiglia dal resto dei Bryan. 'Non abbiamo visitato o avuto nulla a che fare con la famiglia di Leroy per oltre 30 anni, anche se vivevamo solo a 25 miglia di distanza', ha scritto Charles Bryan, di Edmond.

Tuttavia, Charles Bryan, Inabell Bryan e Leroy Bryan si erano visti e parlato a una riunione di famiglia mesi prima dell'omicidio di Inabell Bryan. 'Era così gentile, mi interrogava su mia madre e sul mio lavoro', ha scritto Charles Bryan. 'Questo mi fa sentire in colpa fino ad oggi per qualsiasi cosa avrei potuto dire senza pensarci.'

Carlo Bryan; la figlia di Inabell Bryan, Linda Daley; e altri 12 membri della famiglia e amici di Inabell Bryan hanno assistito all'esecuzione. Hanno partecipato per cercare di ottenere una chiusura, 'se esiste una cosa del genere', ha detto Charles Bryan. Daley, di Benton, Ark., ha detto di considerare Leroy Bryan più come un 'mostro' che come una persona.

Inabell Bryan è scomparsa il 10 settembre 1993 ed è stata trovata il 16 settembre 1993, vicino a una mietitrebbia in una proprietà vicino a Elk City, appartenente ai genitori di Leroy Bryan. La famiglia si è sempre chiesta cosa fosse successo in quei giorni, ha detto Daley. 'È stata quasi nel braccio della morte per diversi giorni', ha detto Daley. La famiglia sperava che Leroy Bryan ammettesse la responsabilità martedì sera per l'omicidio, ha detto Daley. 'Era ovvio che non pensava di essere lui il responsabile del crimine', ha detto.

Per il suo ultimo pasto, Bryan ha richiesto 10 pezzi di pollo fritto, fagioli alla griglia, insalata di cavolo, patate e salsa, due biscotti e due litri di Dr. Pepper, ha detto il portavoce del dipartimento di correzione Jerry Massie.


Bryan v. State, 935 P.2d 338 (Okl.Cr. 1997) (Appello diretto).

L'imputato è stato condannato presso il tribunale distrettuale, contea di Beckham, Charles L. Goodwin, J., per omicidio di primo grado e condannato a morte. L'imputato ha presentato ricorso. La Corte d'Appello penale, Chapel, PJ, ha ritenuto che: (1) i diritti del giusto processo dell'imputato non sono stati violati dai procedimenti di competenza; (2) le lettere che l'imputato ha scritto alla prigione e ai funzionari del tribunale mentre erano incarcerati prima del processo non erano ammissibili, ma l'errore nell'ammettere tali lettere era innocuo; (3) l'imputato non era in custodia in modo da attivare le protezioni di Miranda quando gli agenti di polizia lo hanno interrogato in merito alla scomparsa e all'omicidio di sua zia; (4) il consenso dell'imputato alla perquisizione della sua casa era volontario; (5) dichiarazione giurata stabilita probabile causa per perquisire la casa dell'imputato per cambiali, assegni e documenti aziendali di sua zia; (6) la sede era adeguata; (7) il giudice del processo non era tenuto a ricusarsi; (8) le prove riguardanti la precedente condanna dell'imputato per adescamento all'omicidio erano ammissibili per mostrare un piano, un piano o un progetto; (9) il pubblico ministero ha commentato in modo improprio la mancata testimonianza dell'imputato, ma tale errore era innocuo; (10) la testimonianza dell'analista dei capelli secondo cui i capelli trovati nell'auto a noleggio dell'imputato erano coerenti con i capelli della vittima era ammissibile; (11) la testimonianza di un testimone che, circa un anno prima dell'omicidio, l'imputato ha tentato di assumerlo per scavare buche di tre piedi per sei piedi per quattro piedi su alcune proprietà agricole era irrilevante per supportare la continua minaccia di circostanze aggravanti, ma errore nell'ammettere tale testimonianza era innocuo; (12) la testimonianza dell'avvocato secondo cui, quattro anni prima dell'omicidio, dopo aver rappresentato con successo un cliente in una causa civile contro l'imputato, l'imputato camminava su e giù per il marciapiede davanti al suo ufficio ogni giorno per due o tre mesi era irrilevante per sostenere la continua minaccia aggravante circostanza, ma l'errore nell'ammettere tale testimonianza era innocuo; (13) le prove di manomissioni da parte di ignoti su terreni agricoli, tre e cinque anni prima dell'omicidio, non erano rilevanti per alcun problema durante la fase di condanna, ma l'errore nell'ammettere tali prove era innocuo; (14) l'avvocato difensore non è stato inefficace per non aver presentato prove di malattia mentale; e (15) le prove aggravate erano sufficienti a sostenere la condanna a morte. Affermato. Lumpkin, J., ha concordato nel risultato.

CAPPELLA, Presidente del Consiglio:

Robert Leroy Bryan è stato processato da una giuria e condannato per omicidio di primo grado in violazione di 21 OS1991, § 701.7 (A), nel tribunale distrettuale della contea di Beckham, caso n. CF-93-61. La giuria ha ritenuto che Bryan (1) fosse stato precedentemente condannato per un reato che coinvolgeva l'uso o la minaccia di violenza e (2) probabilmente avrebbe commesso atti criminali di violenza che costituirebbero una minaccia continua per la società.

In accordo con la raccomandazione della giuria, l'onorevole Charles L. Goodwin ha condannato a morte Bryan. Bryan ha perfezionato il suo appello a questa convinzione e solleva diciannove proposte di errore. Bryan è stato condannato per aver ucciso la sua anziana zia, Inabel Bryan. Al momento del crimine, Bryan era sulla cinquantina, soffriva di un grave diabete e viveva con i suoi genitori nella fattoria di famiglia nella contea di Beckham.

Intorno al 6 settembre 1993, Bryan decise di noleggiare una Lincoln Town Car. Bryan ha richiesto espressamente un'auto con un grande bagagliaio. Ha noleggiato l'auto l'8 settembre. Intorno alle 14:30. sabato 11 settembre, Bryan ha acquistato una caratteristica pianta di crisantemo lavanda al negozio di alimentari Elk City Homeland.

Quella sera uno spettatore aiutò Bryan a cambiare una gomma sulla Lincoln e vide un fucile .22 nel bagagliaio. Quando Bryan ha restituito la Lincoln il 13 settembre, aveva un proiettile .22 vicino al sedile del conducente e erba ed erbacce bloccate nel carrello. Bryan non ha potuto pagare l'auto il 13, ma ha mostrato al direttore della concessionaria un assegno di $ 1680 intestato a lui da sua zia Inabel. Ha pagato l'auto il giorno successivo. Bryan e la sua famiglia hanno convenuto che parlavano raramente con Inabel, non la vedevano dal 17 luglio 1993 e non avevano rapporti d'affari con lei.

Secondo l'ultima annotazione del suo diario, l'11 settembre Inabel si è svegliata a casa sua vicino a Sweetwater nella contea di Roger Mills, ha svolto le faccende domestiche, è andata a trovare gli amici, ha sistemato e mangiato il suo pranzo, ha studiato la sua lezione alla Scuola Domenicale, ha ritirato la posta e un pisolino. Sua figlia, Linda Daley, si allarmò quando non riuscì a contattare Inabel per telefono né il 12 né il 13 settembre.

Su richiesta dei bambini, il vicino di casa di Inabel, Don Walker, è andato a casa sua due volte nella tarda serata del 13 settembre. Walker ha scoperto che due tappetini erano disturbati, le tende del soggiorno erano aperte, il letto era disfatto e Inabel non c'era. Lui e sua moglie si guardavano intorno negli annessi, negli armadi e sotto i letti.

La mattina successiva Walker tornò e trovò la valigia di Inabel e una piccola valigetta contenente medicinali. I figli di Inabel, i vicini e le forze dell'ordine hanno iniziato la prima di numerose perquisizioni nell'area. Il diario aperto di Inabel è stato trovato vicino alla sua sedia da lettura, insieme alla Bibbia aperta e alla scheda di partecipazione alla chiesa compilata per domenica 12 settembre. Daley ha notato una pianta di crisantemo lavanda fresca senza scheda su un tavolo vicino alla porta d'ingresso.

Il 16 settembre, l'Oklahoma State Bureau of Investigation (OSBI) e gli agenti dell'FBI hanno perquisito una sezione di terreno adiacente alla fattoria della famiglia Bryan. Il corpo di Inabel è stato trovato sdraiato accanto a una mietitrebbia in una macchia di alberi a circa un quarto di miglio dalla casa di Bryan. La sua testa era coperta da una federa macchiata e il nastro adesivo era avvolto intorno al collo. Un asciugamano giaceva su una gamba. Le avevano sparato una volta in fronte.

Ricerche successive del sito hanno rivelato più nastro adesivo, quella che sembrava essere una gag con nastro adesivo e stoffa, una ricevuta floreale di Homeland datata 11 settembre e un grande fungo con l'impronta di una traccia di pneumatici. Durante la ricerca gli agenti hanno parlato con Bryan, sua madre e suo padre; dopo il ritrovamento del corpo, la famiglia ha acconsentito a una perquisizione della loro casa e degli annessi. La casa e il campo sono stati nuovamente perquisiti il ​​17 settembre.

Gli oggetti trovati nella casa includevano un fucile .22 con diverse scatole di proiettili, diversi proiettili esauriti, un paio di tute di Bryan con un bossolo di proiettile .22 in tasca, un rotolo di nastro adesivo abbinato trovato sulla scena del crimine e diversi assegni in bianco. Sono stati trovati anche assegni recanti la firma di Inabel intestati a Bryan sul suo conto e molti documenti scritti a mano che dettagliano accordi commerciali tra Inabel e Bryan in cui Inabel ha accettato di pagare Bryan o di assegnargli una proprietà.

* * * *

In conformità con 21 OS1991, § 701.13 (C), dobbiamo determinare (1) se la sentenza di morte è stata inflitta sotto l'influenza di passione, pregiudizio o qualsiasi altro fattore arbitrario, e (2) se le prove supportano la giuria accertamento di circostanze aggravanti. Dopo aver esaminato la documentazione, non possiamo affermare che la sentenza di morte sia stata inflitta perché la giuria è stata influenzata da passione, pregiudizio o qualsiasi altro fattore arbitrario contrario a 21 OS1991, § 701.13 (C).

La giuria è stata istruita e ha riscontrato l'esistenza di due circostanze aggravanti: Bryan (1) è stato precedentemente condannato per un reato che coinvolge l'uso o la minaccia di violenza e (2) probabilmente avrebbe commesso atti criminali di violenza che costituirebbero una continua minaccia per società. Dopo la nostra revisione della documentazione, riteniamo che la sentenza di morte sia di fatto comprovata e appropriata. Non trovando alcun errore che giustifichi la modifica, la sentenza e la sentenza del tribunale distrettuale della contea di Beckham sono AFFERMATE.


Bryan v. State, 948 P.2d 1230 (Okl.Cr.App. 1997) (Post-condanna).

L'imputato è stato condannato presso il tribunale distrettuale, contea di Beckham, Charles L. Goodwin, J., per omicidio premeditato di primo grado e condannato a morte. La Corte d'Appello Penale, 935 P.2d 338, ha affermato, e l'imputato ha chiesto il sollievo dopo la condanna. La Court of Criminal Appeals, Chapel, PJ, ha ritenuto che: (1) le richieste di risarcimento basate su un'assistenza inefficace erano proceduralmente prescritte e (2) l'imputato non aveva diritto a un'udienza probatoria. Respinta la domanda di sgravio post-condanna. Lumpkin, J., ha presentato un'opinione concordante nel risultato. Lane, J., è d'accordo nel risultato.

CAPPELLA, Presidente del Consiglio:
Robert Leroy Bryan è stato processato dalla giuria davanti all'onorevole Charles L. Goodwin presso il tribunale distrettuale della contea di Beckham. Nel caso n. CF-93-61 è stato condannato per omicidio premeditato di primo grado in violazione del 21 OS1991, § 701.7. Al termine della prima fase del processo, la giuria ha emesso un verdetto di colpevolezza. Durante la sentenza, la giuria ha ritenuto che (1) Bryan fosse stato precedentemente condannato per un reato che prevedeva l'uso o la minaccia di violenza nei confronti della persona; e (2) c'era una probabilità che Bryan avrebbe commesso atti criminali di violenza che avrebbero costituito una minaccia continua per la società. Bryan è stato condannato a morte per la condanna per omicidio. Bryan ha impugnato le sue sentenze e sentenze a questa Corte e abbiamo affermato. [FN1] Questa Corte ha respinto l'istanza di Bryan per una nuova udienza. La Corte Suprema degli Stati Uniti non si è ancora pronunciata sulla petizione di Bryan per certiorari, depositata il 7 settembre 1997. [FN2]


Bryan v. Mullin, 335 F.3d 1207 (10a Cir. Okla. 2003) (Habeas).

A seguito della condanna statale per omicidio di primo grado e condanna a morte, ha affermato 935 P.2d 338, è stata presentata una petizione per il sollievo dell'habeas federale. Il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale dell'Oklahoma, David L. Russell, J., ha respinto la petizione. In appello, la Corte d'Appello, 276 F.3d 1163, ha affermato. Durante le prove in banca, la Corte d'Appello, Murphy, giudice di circoscrizione, ha ritenuto che: (1) il tribunale distrettuale ha correttamente concesso al ricorrente un'udienza probatoria sulla sua inefficace assistenza alla richiesta di assistenza legale; (2) l'avvocato del processo non aveva le prove mediche necessarie per presentare una valida difesa per follia ai sensi della legge dell'Oklahoma; (3) la mancata presentazione da parte dell'avvocato, nella fase di colpevolezza del processo, delle prove della malattia mentale del ricorrente a sostegno di una difesa per follia o di un'istruzione per omicidio di secondo grado, non è stata una prestazione carente come richiesto per stabilire un'assistenza inefficace della richiesta dell'avvocato; e (4) la decisione strategica dell'avvocato di non presentare, nella fase della sanzione del processo, la prova della malattia mentale del ricorrente, era ragionevole se vista dal punto di vista dell'avvocato al momento del processo, e quindi non era una prestazione carente come richiesto per stabilire un'assistenza inefficace di pretesa difensore. Liberato in parte e affermato in parte. Henry, giudice di circuito, ha depositato parere, concordando in parte e dissenziente in parte, a cui si sono uniti Seymour, Ebel e Lucero, giudici di circuito.

A. Sfondo di fatto

Le prove presentate al processo che collegavano Bryan all'omicidio di sua zia, Inabel Bryan, erano quasi del tutto circostanziali. Inabel è scomparsa dalla sua casa nel settembre del 1993. Un vicino ha trovato segni di pneumatici a casa di Inabel corrispondenti alle tracce di un'auto che Bryan aveva noleggiato in quel momento. A casa di Inabel è stata trovata anche una pianta in vaso; Bryan ha acquistato quella pianta il giorno in cui Inabel è scomparsa.

La polizia ha trovato il corpo di Inabel e una ricevuta per l'acquisto dell'impianto, diversi giorni dopo la sua scomparsa su un pacco di proprietà di proprietà dei genitori di Bryan. Inabel è morta per una ferita da arma da fuoco alla fronte; una federa era fissata con del nastro adesivo sopra la sua testa. C'era un unico set di tracce di veicoli presenti sulla scena; le tracce corrispondevano al disegno del battistrada della gomma posteriore destra dell'auto a noleggio di Bryan.

Le autorità hanno perquisito la proprietà in cui è stato trovato il corpo di Inabel perché, diversi anni prima, Bryan aveva sollecitato un agente di polizia sotto copertura a rapire e uccidere un banchiere locale e scaricare il corpo nello stesso luogo. Questo schema di sollecitazione includeva piani per costringere il banchiere a firmare una serie di cambiali fraudolente e assegni personali. Allo stesso modo, in questo caso, Bryan possedeva diverse cambiali e accordi scritti a mano in cui Inabel avrebbe accettato di dovergli milioni di dollari a causa di un investimento nelle sue attività fallite.

Un esperto di calligrafia ha testimoniato che Bryan ha scritto gli accordi e falsificato la firma di Inabel. La polizia ha anche trovato in possesso di Bryan molti degli assegni personali di Inabel. Secondo l'esperto, Bryan aveva falsificato la firma di Inabel su uno degli assegni e ne aveva fatti pagare altri quattro firmati da Inabel a se stesso in importi variabili. La polizia ha trovato il libretto degli assegni di Inabel appena fuori dalla casa di Bryan, bruciato in un barattolo di cenere.

Prima della scomparsa di Inabel, Bryan ha noleggiato un'auto da una concessionaria locale. Al momento dell'organizzazione, ha richiesto un'auto con un grande bagagliaio. Quando ha restituito l'auto due giorni dopo la scomparsa di Inabel, non ha potuto pagare il canone di noleggio. Tuttavia, ha mostrato al proprietario della concessionaria uno degli assegni falsi. La polizia ha trovato un capello nel tronco simile ai capelli della vittima. Hanno anche trovato erba e vegetazione, come quella sulla proprietà in cui è stato scoperto il corpo di Inabel, in tutto il telaio dell'auto. Le fibre che rivestono il tronco erano simili a quelle dei vestiti di Inabel e del nastro adesivo trovato sopra o vicino al suo corpo.

La polizia ha trovato ulteriori prove nella camera da letto di Bryan che legavano Bryan all'omicidio. Hanno scoperto un rotolo di nastro adesivo dello stesso tipo dei pezzi trovati vicino al corpo di Inabel e sulla federa sopra la sua testa. Un esperto ha testimoniato che i bordi del nastro prelevato dalla camera da letto di Bryan corrispondevano ai bordi di uno dei pezzi di nastro adesivo vicino al corpo di Inabel.

La polizia ha anche trovato munizioni nella camera da letto di Bryan compatibili con il tipo di munizioni usate per uccidere Inabel e coerenti con un proiettile nell'auto a noleggio. Uno studio di metallurgia ha indicato che tutti i proiettili - quello che ha ucciso Inabel, quello nell'auto a noleggio e quelli nella casa di Bryan - sono stati fabbricati contemporaneamente e potrebbero provenire dalla stessa scatola.

B. Sfondo aggiuntivo

Le questioni davanti a questo tribunale ruotano sulle prove della salute mentale di Bryan al momento dell'omicidio e sul non uso di tali prove durante la fase di colpevolezza e sanzione del processo di Bryan. Di conseguenza, sono necessarie alcune brevi informazioni aggiuntive.

Bryan ha una storia di malattia organica del cervello, probabilmente correlata al suo grave caso di diabete mellito, che risale alla metà dei suoi vent'anni. Nel 1989, quando Bryan aveva quarantanove anni, fu accusato di adescamento di omicidio relativo al piano per rapire e uccidere il banchiere sopra descritto.

Inizialmente è stato ritenuto incapace di sostenere un processo ed è stato inviato all'Eastern State Hospital nel marzo del 1989 per le cure. A Bryan è stato diagnosticato un disturbo delirante organico ed era considerato gravemente psicotico al momento del suo ricovero in ospedale. I medici hanno anche scoperto che il cervello di Bryan mostrava segni significativi di atrofia. I medici hanno curato il diabete di Bryan e lo hanno medicato con Navane, un farmaco antipsicotico, fino a quando Bryan non è stato ritenuto competente nel 1990.

Dopo che Bryan è stato accusato nel 1993 dell'omicidio di Inabel, la famiglia di Bryan ha assunto Raymond Munkres per rappresentare Bryan. Al processo, Munkres ha espresso seri dubbi sulla competenza di Bryan e ha presentato una mozione orale per la determinazione della competenza. Il 30 dicembre 1993 si tenne infine un processo con giuria sulla questione della competenza di Bryan. Poiché era al di là delle risorse finanziarie della famiglia di Bryan, Munkres non presentò alcuna testimonianza medica all'udienza.

Invece, Munkres ha addotto la testimonianza di Mike Jackson, un individuo che ha offerto volontariamente i suoi servizi a Munkres come investigatore. L'essenza della presentazione di Munkres all'udienza di competenza era che Bryan era incompetente perché la versione degli eventi che ha descritto sull'omicidio non aveva basi nella realtà, ma che Bryan credeva comunque sinceramente nella veridicità della sua versione degli eventi. La giuria ha concluso che Bryan non era riuscito a dimostrare di essere incapace di sottoporsi a ulteriori procedimenti penali.

Questa udienza di competenza non ha rispettato i dettami della decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti in Cooper v. Oklahoma, 517 U.S. 348, 116 S.Ct. 1373, 134 L.Ed.2d 498 (1996), perché Bryan doveva dimostrare la sua incompetenza a sostenere un processo con prove chiare e convincenti. Vedi Bryan I, 935 P.2d a 347. Di conseguenza, nel 1996 è stata condotta un'audizione di competenza retrospettiva utilizzando il corretto standard di preponderanza delle prove; Bryan è stato anche ritenuto competente durante questo procedimento. Vedi id.; Bryan III, 276 F.3d a 1168-72.

Il 3 gennaio 1994, appena quattro giorni dopo il completamento del processo di competenza, Bryan ha presentato una lettera al tribunale indicando quanto segue: 'Desidero avvisare il tribunale che a partire da questa data sto licenziando il mio avvocato perché di differenze filosofiche su come questo caso dovrebbe procedere nella mia migliore e più aggressiva difesa alle accuse mosse contro di me.' Il tribunale ha consentito a Munkres di ritirarsi dal caso e ha nominato l'Oklahoma Indigent Defense System ('OIDS') per rappresentare Bryan.

Wesley Gibson dell'OIDS ha sostituito Munkres come avvocato di Bryan. Come Munkres, Gibson non ha potuto verificare la versione di Bryan degli eventi che circondano l'omicidio. Gibson ha assunto il dottor JR Smith, uno psichiatra certificato dal consiglio, per valutare Bryan. Era opinione del dottor Smith che il 'sistema delirante e la circostanzialità di pensiero di Bryan (così come i livelli di zucchero nel sangue fluttuanti) influissero sulla sua capacità di assistere il suo avvocato nella propria difesa. Produce volumi di informazioni irrilevanti e spesso errati (ma creduti dal paziente).'

Sulla base delle informazioni fornite dal dottor Smith, Gibson ha richiesto una seconda udienza di competenza. In un'udienza sulla domanda, il tribunale ha preso in considerazione la testimonianza di Gibson e dello sceriffo responsabile della prigione in cui era ospitato Bryan, nonché la dichiarazione giurata del dottor Smith. Il tribunale ha respinto la domanda per una nuova udienza di competenza, concludendo che non c'era dubbio che Bryan fosse allora competente.

Gibson ha continuato a rappresentare Bryan fino al maggio del 1994, quando ha avuto un leggero ictus. È stato sostituito da Steven Hess, anche lui dell'OIDS. Hess ha continuato a consultare esperti medici e ha assunto il dottor Philip Murphy, uno psicologo clinico, per valutare Bryan. Sulla base di una valutazione che includeva numerosi test psicologici e una revisione delle cartelle cliniche rilevanti, il Dr. Murphy ha concluso quanto segue: 'Mr. Bryan soffre di un grave disturbo mentale che mette seriamente in discussione la sua competenza a sostenere un processo, così come la sua colpevolezza legale nei crimini per i quali è accusato.'

Sulla base delle opinioni espresse dai dott. Smith e Murphy, e i due tentativi falliti di sfidare la competenza di Bryan, Hess pensava che fosse nel migliore interesse di Bryan utilizzare una difesa contro la follia piuttosto che continuare a contestare il problema della competenza.

Di conseguenza, Hess ha presentato un avviso di intenti per fare affidamento sulla difesa per pazzia e un elenco di testimoni che espone testimoni esperti, inclusi in particolare i dottori. Smith e Murphy, a sostegno di tale difesa. Quando Hess ha informato Bryan ei suoi genitori che intendeva utilizzare una difesa contro la follia, sia Bryan che i suoi genitori hanno espresso la loro disapprovazione. Poco dopo, Bryan ei suoi genitori informarono Hess che sarebbe stato sostituito da un legale trattenuto privatamente. In tal modo, hanno indicato che Hess era stato sostituito perché aveva presentato l'avviso per fare affidamento su una difesa per follia.

Hess è stato sostituito da Jack Freeman. Freeman ha contattato Hess e ha indicato che sarebbe stato il sostituto di Hess. Ha anche organizzato un incontro con Hess e gli esperti medici. Hess ha consegnato il fascicolo di Bryan a Freeman, inclusi tutti i registri e le relazioni degli esperti sulla salute mentale di Bryan. Freeman alla fine non ha presentato alcuna prova di salute mentale né durante la fase di colpa né di sanzione del processo a Bryan, sebbene abbia fatto in modo che il dottor Murphy fosse disponibile nel caso in cui la sua testimonianza fosse utile durante la fase di colpa del processo.

* * * *

IV. CONCLUSIONE

Questa corte non può affermare, in base ai fatti sopra esposti, che la scelta strategica di Freeman di non presentare prove di salute mentale durante il processo di Bryan fosse oggettivamente irragionevole. 'Ci sono innumerevoli modi per fornire un'assistenza efficace in ogni caso.' Strickland, 466 Stati Uniti a 689, 104 S.Ct. 2052; Siamo consapevoli che è 'fin troppo facile per un tribunale, esaminando la difesa dell'avvocato dopo che si è rivelata infruttuosa, concludere che un particolare atto o omissione dell'avvocato era irragionevole'. Strickland, 466 Stati Uniti a 689, 104 S.Ct. 2052.

Pertanto, 'nel considerare le affermazioni di assistenza inefficace del difensore, non ci occupiamo di ciò che è prudente o [persino] appropriato, ma solo di ciò che è costituzionalmente obbligato'. Burger v. Kemp, 483 US 776, 794, 107 S.Ct. 3114, 97 L.Ed.2d 638 (1987) (citazione omessa). In questo caso, Bryan non è riuscito a stabilire che 'alla luce di tutte le circostanze, gli atti o le omissioni [del legale] individuati erano al di fuori dell'ampia gamma di assistenza professionalmente competente'. Strickland, 466 Stati Uniti a 690, 104 S.Ct. 2052

HENRY, J., concordando in parte e dissenziente in parte; I giudici SEYMOUR, EBEL e LUCERO si uniscono.



Robert Leroy Bryan